Home » Cosa facciamo » Interventi

Sfalciare le zone umide

(azione A11 dell'Accordo di programma)

Lo sfalcio delle zone umide è una delle azioni prioritarie previste dal Piano di Gestione del Parco Naturale Locale del Monte Baldo, anche e soprattutto a beneficio delle specie faunistiche ad esse collegate. Prevede il rallentamento naturale del processo di evoluzione delle comunità di piante, evitando che le specie vegetali più gracili vengano progressivamente colonizzate da quelle più vigorose.

Questa pratica avvantaggia e tutela le popolazioni di anfibi, strettamente legate per il loro ciclo biologico alla presenza di acqua. Gli anfibi sono una componente assai importante della biodiversità del Parco, si pensi ad esempio ad alcune specie di interesse comunitario come l'ululone dal ventre giallo (Bombina variegata). Tali azioni vanno inoltre a beneficio di numerose specie di volatili che popolano queste zone.

 

Nell'autunno 2013 il Servizio per il Sostegno Occupazionale e la Valorizzazione Ambientale della PAT (SOVA) ha effettuato un'azione di decespugliamento, rimozione di massa legnosa e sfalcio in loc. Lovata. Durante l'autunno 2014 si sono mantenute tali azioni, con taglio dei ricacci, sfalcio e rimozione della biomassa dal sito.

 

Le immagini a lato e sottostanti mostrano la zona prima (fig.1), durante (fig. 2 e 3) e dopo (fig. 4 e 5) l'intervento dell'anno 2013.

Fig.5 dopo l'intervento in Lovata, 14.06.2014
(foto di A. Bertolli)
 
QR Code