Home » Cosa facciamo » Progetti speciali

Carta Europea del Turismo Sostenibile

Il Parco Naturale del Baldo si sta avvicinando sempre di più al conseguimento di uno dei suoi grandi obiettivi: insieme alle altre Reti di Riserve del Trentino, ha presentato la candidatura per l'ottenimento della PDF Carta Europea per il Turismo Sostenibile nelle Aree Protette (CETS). Tale certificazione, di grande valore ed importanza a livello internazionale, va ad aggiungere un prestigioso riconoscimento all'impegno profuso dal Parco e dalle amministrazioni territoriali interessate, al fine di diffondere ed attuare politiche per un turismo sostenibile all'interno dei propri confini.

La CETS si ottiene infatti in seguito ad un'attenta elaborazione di un Piano di Azione, che prevede il coinvolgimento di operatori del territorio al fine di progettare e implementare iniziative concrete per lo sviluppo di un turismo a ridotto impatto ambientale. La collaborazione con aziende, albergatori ed associazioni e la loro disponibilità a coordinarsi è stata di fondamentale importanza per il raggiungimento di questo obiettivo. Circa settanta sono stati infatti i soggetti che hanno preso parte alle serate informative organizzate dal Parco, che hanno visto la partecipazione, tra gli altri, dei rappresentanti dei cinque comuni del Parco (Ala, Avio, Brentonico, Mori e Nago-Torbole), delle comunità di valle, dell' APT di Rovereto e Vallagarina, del presidente del Parco, Christian Perenzoni e della sua coordinatrice Manuela Francesconi.

Difficile è oggigiorno la definizione e l'attuazione di un turismo sostenibile, concetto molto ampio pienamente chiarificato e concretizzato dal Piano di Azione, esito del lavoro svolto prevalentemente nel corso di incontri plenari. Esso prevede la promozione di attività turistiche a basso impatto ambientale e la sensibilizzazione del turista e del residente circa le ricchezze naturali che offre il territorio, rendendolo attivo e cosciente attraverso il supporto alla conservazione dell'ambiente. Ulteriore intento è quello di incentivare il consumo di prodotti enogastronomici ecologici locali. Clicca QUI per saperne di più.

Altre azioni previste sono volte alla valorizzazione del territorio, quali il miglioramento dell'accessibilità dei sentieri, l'utilizzo di fonti di energia rinnovabili e la promozione della raccolta differenziata. Tutto ciò sensibilizzando al contempo i residenti attraverso azioni divulgative e didattiche nelle scuole e incentivando attività turistiche, agricole e culturali che diano lavoro in particolare ai giovani del territorio.

Quattro sono stati gli incontri organizzati nei diversi comuni del parco: il 20 aprile a Brentonico, l'11 maggio a Mori, il 26 settembre a Nago ed infine il 5 ottobre a Mori. Nel corso di questi appuntamenti sono stati presentati i vantaggi che la CETS potrebbe apportare al turismo locale e ciò che è già stato realizzato in concomitanza con il progetto TurNat promosso dalla Provincia, che molto ha investito sul binomio turismo-natura. Esso ambisce infatti a costruire, attraverso il coinvolgimento e il confronto con gli stakeholders interessati, una strategia di valorizzazione delle aree protette, garantendo un uso consapevole delle risorse territoriali attraverso l'ideazione di progetti e interventi sostenibili da un punto di vista economico, ambientale e sociale. PDF Clicca QUI per capire meglio il progetto TurNat e il suo collegamento con il Parco.

Circa cinquanta sono state le proposte degli attori locali per definire il loro impegno nel promuovere un turismo sostenibile sul Baldo, PDF compilate secondo il modello. Molte di esse si sono sviluppare e concretizzate in PDF azioni singole, molte altre sono state inserite in azioni collettive suddivise in cinque ambiti in base alle possibilità degli operatori:

– PDF "Dal lago al Baldo", i cui soggetti capofila sono le SAT di Ala, Avio, Brentonico e Mori, ha come obiettivo principale quello di offrire ai visitatori itinerari brevi che colleghino il Lago di Garda al Monte Baldo che vadano a toccare, in particolare, siti di interesse del territorio. Altri soggetti coinvolti sono alcuni dei comuni del Parco (Brentonico, Mori e Nago-Torbole), le Funivie Malcesine e la Casa Sociale Saccone;

–  PDF "Le alte vie del Baldo", i cui soggetti capofila sono Equipenatura e Rifugio Telegrafo, si propone di progettare itinerari medio - lunghi che attraversino il territorio del Baldo, guidando il turista alla scoperta del territorio grazie alla fornitura di pacchetti onnicomprensivi (ad esempio servizio guida, transfer, etc.). Altri soggetti coinvolti sono le SAT e l'associazione Humus;

–  PDF "Baldo speziale tutto l'anno", i cui soggetti capofila sono il Parco Naturale Locale del Monte Baldo e l' Apt di Rovereto e Vallagarina, si configura come naturale prosecuzione dell'omonima azione derivante dal percorso partecipato implementato nel Parco nell'ambito della C19 del LIFE+T.E.N. (nel corso degli anni 2013/2014). Lo scopo è quello di coordinare le diverse offerte di turismo esperienziale legato al mondo dell'enogastronomia e all'osservazione naturalistica e destagionalizzare l'offerta turistica. Altri soggetti coinvolti sono: la Fondazione Museo Civico di Rovereto, gli accompagnatori di territorio, l'Agritur le Robbie, la Casa Sociale di Saccone, il Vivaio Passerini, Maurizio Zanghielli, il Biodistretto Val di Gresta, la Malga Mortigola e il Borgo dei Posseri;

– PDF  "Le vetrine del Baldo", cui soggetti capofila sono il Parco Naturale Locale del Monte Baldo e l' Apt di Rovereto e Vallagarina, con la quale gli operatori che vi partecipano si impegnano ad ospitare all'interno della propria struttura un angolo informativo per la promozione degli eventi sul territorio e dei prodotti locali. Coltivatori ed allevatori si impegnano inoltre a mettere a disposizione prodotti locali di stagione agli esercizi del territorio in modo che l'offerta ai visitatori sia sana, di qualità e composta prevalentemente da tipicità locali. Altri soggetti coinvolti sono: l'Hotel Rubino Nago Doria SNC, la Malga Campo, il ristorante Maso Palù, il B&B Villa Monica e il B&B Mas dei Girardei;

– PDF "E-bike sul Baldo", la cui capofila è l'associazione Equipenatura, si concretizza nell'impegno ad incentivare l'utilizzo di percorsi ciclabili già esistenti, mettendo a disposizione nelle strutture che vi hanno aderito delle biciclette a pedalata assistita e stazioni di ricarica. Altri soggetti coinvolti sono: Apt, B&B Villa Monica, Cantina Mori Colli Zugna e Hotel Bucaneve.

Riepilogo documenti:

 -LA CETS IN PILLOLE!! 

- PDF Carta Europea per il Turismo sostenibile nelle Aree Protette;

PDF Turismo sostenibile nelle aree protette del Trentino e nel Parco Naturale Locale del Monte Baldo;

PDF Modello Scheda Azione;

PDF S1 "Dal lago al Baldo";

- PDF S2 "Le alte vie del Baldo";

- PDF S3 "Baldo speziale tutto l'anno";

- PDF S4 "Le vetrine del Baldo";

- PDF S5 "E-Bike sul Baldo";

PDF Schede azione singole. 

 

Le nostre idee progetto
(foto di M. Francesconi)
Formaggi del Parco del Baldo
(foto di Malga Mortigola)
La Presentazione del progetto TurNat, Alessandro Bazzanella e Laura Marinelli di TSM
(foto di M. Francesconi)
La presentazione del percorso di candidatura alla CETS, Simone Dalla Libera, Federparchi
(foto di M. Francesconi)
 
QR Code